LUGLIO CALDO PER DANIELA BUSSOLINO

Daniela Bussolino è stata protagonista alla galleria Dantebus, in via Margutta a Roma, dove ha partecipato a una collettiva d’arte con la sua opera PONTE DI PRAGA.

Un’opera ad acquerello, tecnica che non consente di tornare indietro, nessun margine di errore.

Un’opera senza tempo, le cui figurazioni che camminano in lontananza non sono definite, perciò non consentono di collocarle in un determinato contesto storico.

Il ponte come passaggio, metafora delle vicissitudini della vita. Non a caso Daniela Bussolino dipinge la struttura del ponte con colori cupi, come ombre che minacciano il cammino, mentre sullo sfondo si stagliano le costruzioni abitative e i monumenti, giganti, a nascondere parte del cielo.

Costruzioni e cielo sono plasmati con diversi toni di rosso e sul ponte si riflettono i colori del cielo. Anche all’orizzonte si nota una macchia chiara, testimonianza di una velata speranza in un mondo migliore, un futuro roseo.

Un’opera che non è soltanto lo spaccato di una città magica, ma anche metafora dei sentimenti di un’artista che spesso estroflette se stessa e i suoi sentimenti sulle tele e che con PONTE DI PRAGA non solo cattura l’attenzione, ma riesce a far emergere in chi osserva il desiderio di passeggiare su quel ponte per vivere l’intensità e la magia di quelle cromie.

Sempre in queste ultime settimane, Daniela Bussolino ha ottenuto importanti riconoscimenti, come il Premio Dante Alighieri, a Casale Monferrato, e il Premio Van Gogh 2021, rilasciato da La Chiemera, Lecce, a testimoniare il dinamismo dell’artista astigiana e la qualità della sua espressione artistica, riconosciuta da diversi professionisti, in Italia e all’estero.

AMBASCIATRICE EMERITA DELL’ARTE

Daniela Bussolino aggiunge un nuovo tassello alla sua lista di riconoscimenti.

Durante la collettiva internazionale d’arte andata in scena presso i sontuosi spazzi di Villa Policreti, a Castello di Aviano (PN), all’artista astigiana è stato consegnato l’attestato di “Ambasciatrice emerita dell’arte”.

Il riconoscimento è controfirmato dal Direttore artistico dell’evento, Roberto Guccione, dalla critica d’arte, Nicoletta Rossotti, dal Capo Ufficio Stampa Valerio Martorana, dal sindaco di Aviano, I. De Marco Zompit e dalla direttrice di Villa Policreti, Maria Cancian.

Un riconoscimento al lavoro di Daniela Bussolino, sia sotto il profilo della mera opera artistica, sia per la passione e per l’impegno profusi nella divulgazione dei suoi messaggi.

La dimostrazione del fatto che tenere le opere chiuse in un capanno e non mostrarle a nessuno non porta a niente.

Perciò brava, Daniela Bussolino!

Sempre in questo periodo, Daniela Bussolino è stata protagonista alla collettiva d’arte che ha avuto luogo a Firenze, negli eleganti spazi del Museo Bellini.

L’evento è stato organizzato dalla Galleria romana “Il Collezionista” e la presentazione al vernissage è stato tenuto dalla Dott.ssa Elena Gradini, critico d’Arte che ha presentato la mostra in lingua italiana e in lingua inglese.

Il percorso di Daniela Bussolino e i suoi messaggi di genuinità, di gioia di vivere, continuano ad avanzare, un passo dopo l’altro.

La gioia di vivere dei suoi ballerini stilizzati e la passione romantica delle sue donne l’hanno portata a esporre in varie parti del mondo e il suo nome si sta caratterizzando sempre più nel panorama artistico contemporaneo.

Nei suoi colori vivaci, infatti, si respira il profumo di normalità di libertà di vita, senza orpelli. Un’artista del vero e dell’umiltà che sa far parlare i suoi ballerini e le sue donne, per dire le tante parole che vorrebbe esprimere, ma che la sua timidezza le impedisce di esternare.

I suoi lavori, allora, sono il mezzo con cui Daniela Bussolino parla al mondo della sua gioia di vivere e del suo pensiero sulla vita.

Nonostante il periodo non certo felice, nell’ultimo anno Daniela Bussolino ha comunque fatto molte cose importanti: è stata inserita nell’ultima edizione del CAM, il più importante catalogo d’arte italiano; ha partecipato all’ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia; è stata inserita nel primo volume d’arte I VERI ARTISTI CONTEMPORANEI, a cura del critico Pasquale Di Matteo; ha partecipato alla I tappa de PREMIO DANTE SOMMO POETA, a cura dello stesso Di Matteo, esponendo per due settimane presso gli spazi della Roccart Gallery, a Firenze.

Un’artista impegnata, la cui passione, la genuinità e l’umiltà la porteranno lontano.

DANIELA BUSSOLINO A FIRENZE

Dal 18 al 30 maggio 2021 Daniela Bussolino ha esposto presso la Roccart Gallery, in centro Firenze.

L’intima ed elegante galleria di Fabio Rocca ha ospitato la prima tappa della mostra itinerante PREMIO DANTE SOMMO POETA a cura del critico d’arte Pasquale Di Matteo.

Un massimo di venti artisti selezionati in tutta Italia da Di Matteo, che come Dante siano innovatori nel loro tempo, ma con un occhio alla tradizione e alle radici culturali della nostra terra.

Alcuni parteciperanno anche a Milano e a Roma, altri solo in una o due delle tre tappe complessive.

Daniela Bussolino ha scelto l’esposizione di Firenze, presentando una delle sue opere legate al tema della danza, peculiarità dell’artista astigiana.

Durante il vernissage del 22 maggio, il critico d’arte Pasquale Di Matteo ha sottolineato proprio questo tema come la massima espressione artistica di Daniela Bussolino.

Attraverso i suoi ballerini stilizzati e la danza, l’artista stigmatizza la paura nei confronti della vita e dei problemi che ciascuno riscontra, invitando a ballarci sopra.

Ovviamente, ciò necessita di un coraggio e di una forza non comuni.

Ballare sui problemi non è da tutti, mentre è semplice far finta di nulla quando ogni cosa va per il verso giusto.

Daniela Bussolino ci dice, invece, che è proprio quando le cose non vanno che bisogna avere la forza di prenderle meno sul serio.

In fondo, tra i problemi e la quotidianità, tra le vicissitudini, le storie, le passioni, i tormenti… l’unica cosa che conta davvero è la vita stessa. Senza quella, non ci sarebbe altro. Ed p proprio la vita che Daniela Bussolino ci invita ad amare.

L’artista è impegnatissima anche in altre rassegne e non soltanto in Italia.

In un prossimo articolo, sintetizzeremo le ultime tappe di Daniela Bussolino e dei suoi colori pieni di vita.

PREMIO MODIGLIANI A DANIELA BUSSOLINO

Altro riconoscimento per l’artista Daniela Bussolino: il PREMIO MODIGLIANI 2021.

Questa volta assegnato da una commissione di esperti formata da: Dott.ssa Anna Maria Gentile, editore; Dott. Raffaele De Salvatore, giornalista e direttore responsabile della rivista Euroarte; Dott. Stefano Tomà, presidente di giuria del premio internazionale UIL – UNSA “ARTISTA DELL’ANNO CRISTOFORO COLOMBO” e socio onorario UIL-UNSA UNIONE NAZIONALE SCRITTORI E ARTISTI, inserito in qualità di artista di chiara fama nell’albo degli Artisti Italiani e Stranieri, nonché nominato CAVALIERE DELL’ ARTE dall’Institute artistique et litterarie de France; critico d’arte Alessandra Mazza.

Un premio assegnato agli artisti che operano nel settore dell’arte e della letteratura e rivolto a coloro che si dedicano all’attività artistica e lo fanno con ricerca, passione ed espressione personale.

La commissione del premio ha riconosciuto l’impegno e la passione con cui Daniela Bussolino porta avanti il suo percorso di crescita artistica, caratterizzato dallo studio e dalla ricerca continue, sempre con il caratteristico stile che la contraddistingue.

L’artista piemontese fa della genuinità e dell’amore per la vita le fondamenta del suo operato artistico, che esplicita attraverso i suoi mondi femminili e la danza. Le sue opere sono espressione di sentimenti e di sensazioni legati alla gioia di vivere e alla dignità umana.

Il ballo è temperamento, esternazione, emancipazione, capacità di ridimensionare i problemi per mettere al primo posto la vita stessa.

Le stesse donne di Daniela Bussolino sono sognatrici disincantate, ma che sanno proiettare gli sguardi sugli orizzonti.

Proprio i suoi messaggi di speranza hanno permesso all’artista di Castello di Annone, in provincia di Asti, di aggiudicarsi questo riconoscimento, grazie a un cammino fatto in punta di piedi, ma che passo dopo passo sta conducendo Daniela Bussolino a traguardi sempre più importanti.

DANIELA BUSSOLINO TRA SGARBI E DANTE

DANIELA BUSSOLINO TRA SGARBI E DANTE

Daniela Bussolino esporrà le sue opere presso Castello di Aviano Villa Policreti (PN), in occasione della Collettiva Internazionale d’Arte “L’arte nel Cammino di San Cristoforo”.

L’inaugurazione della rassegna avverrà il 17 aprile prossimo, alle ore 11, e durerà fino al 2 maggio.

Direttore Artistico della rassegna è il Cav. Uff. Roberto Guccione.

Daniela Bussolino continua ad avanzare nel suo percorso artistico con il vento in poppa, tra rassegne, premi e riconoscimenti.

Gratificazioni che si sommano a quelle ottenuto negli ultimi anni, che hanno visto la pittrice piemontese partire dalla piccola Castello di Annone, in provincia di Asti, e approdare al Campidoglio a Roma, alla Fiera del Cinema di Venezia, a New York, a Dubai…

Selezionata per esporre a Tokio e presso la sede italiana del Parlamento europeo da Pasquale Di Matteo (eventi in attesa di collocazione temporale causa pandemia).

Daniela Bussolino sta portando i suoi ballerini e le sue donne ovunque, opere con cui esprime se stessa, le tribolazioni, le emozioni, le sensazioni che montano in sé dalla vita di tutti i giorni.

Una vita che sembrerebbe comune a tante altre, ma che Daniela Bussolino sa sviscerare e raccontare con la sua grammatica del colore, semplicemente. Grazie alla sensibilità di artista. Senza necessità di inutili orpelli.

Come uno scultore capace di giungere all’intima verità, non curandosi di dettagli che possono distogliere l’attenzione da ciò che l’artista pretende di veicolare: la genuinità dei suoi sentimenti e del suo vivere.

Un’impronta, quella di Daniela Bussolino, sempre più marcata lungo il suo cammino.

Recentemente, ha ottenuto anche il Premio Vittorio Sgarbi, che già l’aveva introdotta nel 2018, a Parma, presso la Galleria Albatros, in occasione di una collettiva a numero chiuso di soli sei artisti a cui partecipava anche la pittrice astigiana con alcune sue opere.

In questi primi tre mesi dell’anno, inoltre, l’artista ha ricevuto anche il Premio Paul Cézanne.

Dal 18 al 30 maggio, infine, Daniela Bussolino esporrà a Firenze, presso Roccart Gallery, selezionata da Pasquale Di Matteo per l’evento rigorosamente a numero chiuso PREMIO DANTE SOMMO POETA. Una rassegna artistica che toccherà tre città: Firenze, Milano, Roma.

Di questo evento parleremo dettagliatamente più avanti.

MOSTRA PERSONALE IN SOULHARMONY GALLERY

MOSTRA PERSONALE IN SOULHARMONY GALLERY

Daniela Bussolino ha iniziato la sua stagione di esposizioni per questo 2021.

Innanzitutto, la partecipazione al Premio Paul Cézanne, con Artexò Gallery International Award, poi l’esposizione al Maco Museum, per Art-e Orizzonti Artistici.

Infine, la sua mostra personale nella galleria virtuale Soulharmony Gallery, la galleria che da tre anni punta tutto sul futuro offerto dai nuovi mezzi tecnologici.

Daniela Bussolino in Soulharmony Gallery

La mostra di Daniela Bussolino è stata allestita all’interno degli spazi virtuali della galleria e presentata in un video come se fosse una mostra fisica reale.

La presentazione è stata realizzata dal critico d’arte Pasquale Di Matteo, il quale ha raccontato le peculiarità dell’espressione artistica di Daniela Bussolino, che si esplicita nella gioia di vivere e nell’esortazione a lasciarsi scivolare addosso i problemi.

La pittrice di Asti è stata raccontata con un accento sulla poetica dei suoi ballerini stilizzati e sul romanticismo che avvolge le sue donne, colte in espressioni trasognate e in momenti riflessivi.

Le donne di Daniela Bussolino sono altresì austere e pretendono un posto nel mondo e non solo di fungere da orpello o da oggetto di contorno.

La Via della Gioia, questo il titolo della mostra personale di Daniela Bussolino, racconta l’artista astigiana facendo una sintesi dei motivi per cui dipinge: raccontare di sé al mondo, delle sue gioie e anche dei momenti bui, ma senza mai perdere di vista la fortuna di poter vivere e la gioia che può dare ogni nuovo giorno.

Un bisogno viscerale di esprimere quanto maturato dal vivere, la necessità di sentirsi viva attraverso la sua creatività romantica.

Puoi vedere il video della mostra cliccando qui.

COME SARÁ IL 2021 DI DANIELA BUSSOLINO?

Come sarà il 2021 di Daniela Bussolino?

Viviamo ancora una situazione complessa, ma Daniela Bussolino non ha certo fermato il suo percorso artistico.

Oltre a continuare la sua frequentazione a corsi di perfezionamento, per apprendere e migliorare le tecniche pittoriche, (va ricordato che la Bussolino nasce come autodidatta), la pittrice astigiana sta lavorando ai prossimi eventi e alle future rassegne che la vedranno protagonista.

Innanzitutto, resta sempre in cantiere il prestigioso evento al parlamento europeo a Roma, LA FORZA DELLE DONNE, con l’On. Regimenti. Daniela Bussolino è stata selezionata per l’occasione dal critico d’arte Pasquale Di Matteo, insieme ad altre undici artiste, per una giornata unica, all’insegna del ruolo delle donne nel mondo e della Giornata Internazionale della Donna. Un evento organizzato da Anna Maria Brazzò.

La Forza delle Donne doveva andare in scena il 6 marzo 2020, ma è stato posticipato a data da destinarsi a causa dell’emergenza sanitaria.

Altro evento in sospeso per lo stesso motivo, quello a Villa Policreti, dove l’artista aveva già esposto la scorsa estate, ma avrebbe dovuto tornare sul finire dell’anno appena concluso. In questo caso, la collaborazione artistica è con la Storica dell’Arte Nicoletta Rossotti e con il Dott. Roberto Guccione.

danielabussolino.com
Con Nicoletta Rossotti e artiste a Villa Policreti

In febbraio, invece, Daniela Bussolino sarà protagonista al Primo Premio Paul Cézanne.

Tra marzo e aprile, sarà tra i protagonisti di ART Bestseller, evento internazionale con mostra nello storico museo Bellini di Firenze.

In settembre, Daniela Bussolino sarà protagonista anche in ARTE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS, GLI ARTISTI SI RACCONTANO DURANTE IL LOCKDOWN, per Skira editore.

Quest’anno, nei nuovi progetti di Daniela Bussolino, figura anche il Premio Internazionale Vittorio Sgarbi.

danielabussolino.com
Daniela Bussolino con Vittorio Sgarbi

Nel corso del 2021, sarà in vendita anche il saggio di Pasquale Di Matteo, I VERI ARTISTI CONTEMPORANEI, nel quale figura anche Daniela Bussolino.

I suoi ballerini e le sue donne sono pronti per percorre ancora tantissima strada.

PRONTA AD ABBRACCIARE IL NUOVO ANNO

PRONTA AD ABBRACCIARE IL NUOVO ANNO

Daniela Bussolino ha vissuto, come tutti, un duemilaventi da brividi: eventi posticipati, altri ipotizzati o già pianificati e, invece, cancellati.

Per di più, come capita a tutti gli artisti, le sofferenze e le notizie poco piacevoli hanno alimentato forti angosce nell’animo dell’artista astigiana. Tormenti e sensazioni negative.

Tuttavia, non sono mancate soddisfazioni anche in questo anno drammatico, come l’esposizione durante il Festival del Cinema di Venezia e la sua mostra personale a Castello di Annone (AT).

Ora, Daniela Bussolino è pronta a gettarsi alle spalle questo brutto periodo, per abbracciare con forza il nuovo anno, convinta che all’orizzonte ci sia di nuovo la luce.

La positività dell’artista piemontese, quella che esprime nelle sue opere più caratterizzanti, ovvero i ballerini stilizzati, le dona la speranza che il meglio debba ancora arrivare e che ci siano ancora tanti traguardi da raggiungere.

Nel mirino, ci sono eventi da recuperare, come l’esposizione presso la sede italiana del parlamento europeo, in via IV novembre a Roma, con l’organizzazione di Anna Maria Brazzò, per cui manca soltanto il via libera delle istituzioni e una nuova data, o come la mostra in Giappone, da riformulare non appena rientrerà l’emergenza internazionale e si potranno pianificare viaggi all’estero a distanza di mesi senza patemi d’animo.

Daniela Bussolino è già all’opera per dare vita a nuove creazioni, nonché per pianificare gli eventi per il prossimo anno, che la vedrà anche protagonista del saggio sul mondo dell’arte di Pasquale Di Matteo, insieme ad altri artisti, in uscita tra la prossima estate e l’autunno.

Con la stessa gioia dei suoi ballerini stilizzati, la spensieratezza che regala a quei suoi personaggi, l’artista piemontese è pronta a varcare la porta che condurrà il mondo in un nuovo anno, che ci si augura sia migliore.

Con la stessa romantica espressività e la genuinità artistica che le hanno permesso di percorrere un già lungo tragitto nel panorama artistico italiano.

Daniela Bussolino augura a chi la segue, agli operatori del settore artistico e a tutti gli artisti un anno ricco di soddisfazioni, che possa restituire a tutti quanto sottratto dal duemilaventi.

Buon Anno a tutti.

SGUARDO SUL FUTURO

SGUARDO SUL FUTURO

Con la sensibilità tipica degli artisti, Daniela Bussolino ha vissuto un 2020 carico di tensioni emotive dovute all’emergenza sanitaria.

E anche la sua attività di artista ne è uscita fortemente ridimensionata, a causa dei molti eventi posticipati a data da destinarsi o addirittura cancellati.

È il caso, per esempio, dell’esposizione nella sede italiana del Parlamento europeo, in via IV novembre a Roma. L’evento doveva svolgersi il 6 marzo 2020, alla presenza dell’On. Regimenti, in occasione della Giornata internazionale della Donna. Si svolgerà nel 2021, non appena le istituzioni lo renderanno possibile.

Anche la sua esposizione in Giappone, in rappresentanza dell’arte italiana, è in attesa di una nuova data.

Tuttavia, Daniela Bussolino non è donna da piangersi addosso o da restare inerme. Al contrario, non solo è riuscita a dare forma a una bellissima mostra personale nella sua Castello di Annone, in provincia di Asti, mostra alla quale hanno partecipato istituzioni e personalità locali e che ha avuto un ottimo successo di pubblico, ma è anche stata protagonista alla Rassegna internazionale del Cinema, a Venezia, con l’esposizione della sua arte. Inoltre, ha esposto presso Villa Policreti e a Dubai, ottenendo consensi da parte di professionisti del calibro di Nicoletta Rossotti, Roberto Guccione e Pasquale Di Matteo.

Per di più, è stata nuovamente inserita all’interno del più prestigioso catalogo dell’arte, il Catalogo d’Arte Mondadori, edizione 56.

Inoltre, Daniela Bussolino è già proiettata da settimane sul prossimo anno. Nel mirino ha già individuato una serie di eventi che caratterizzeranno il suo percorso nei prossimi mesi:

  • Inserimento nel catalogo “Artisti” di EA Editore
  • Inserimento nel catalogo De Agostini
  • Una mostra internazionale a Villa Policreti
  • Partecipazione a una collettiva a Città di Castello
  • Un’esposizione presso gli spazi della Galleria Truiler, a Parigi
  • La partecipazione in luglio alla fiera di Innsbruck
  • Sarà inserita anche nel saggio I VERI ARTISTI CONTEMPORANEI, di Pasquale Di Matteo, in uscita in libreria tra fine 2021 e primi mesi del 2022.

L’artista è anche orientata a organizzare una mostra personale, se le condizioni sociali torneranno alla normalità.

La dimostrazione di come l’artista piemontese sia mossa da uno spirito positivo, volto a trovare nel dinamismo e nella speranza motivo del vivere.

D’altronde, la sua arte si caratterizza proprio per la gioia legata alla vita, declinata attraverso gli ormai famosi ballerini stilizzati, e per il romanticismo dei sentimenti, edulcorato attraverso le sue figurazioni femminili.

Perciò, Daniela Bussolino è pronta ad abbracciare il nuovo anno con lo stesso spirito positivo di sempre, quello che traspare dalle sue cromie vivaci e dal percorso compiuto fino a oggi.

Il 2021 è ormai alle porte. E Daniela Bussolino ha già mostrato le spalle alle montagne, come chi sta per partire.

Di fronte, ci sono il futuro e nuovi orizzonti da raggiungere.

L’AUTUNNO CALDO DI DANIELA BUSSOLINO

L’AUTUNNO CALDO DI DANIELA BUSSOLINO

Chi ha detto che l’autunno non ha la stessa energia dell’estate?

Deve essere con tale spirito che Daniela Bussolino ha deciso di prendere di petto i primi vagiti dei mesi freddi.

E ora che volge al termine anche ottobre, si possono tirare le somme. Un mese importante per Daniela Bussolino. Un mese di soddisfazioni vissute con tanta passione.

Mese che si è aperto con la mostra personale nel suo paese, Castello di Annone, in provincia di Asti.

Mostra che ha avuto un grande richiamo di pubblico, con tanta gente incuriosita dai colori della Bussolino, dalla sua frizzante ironia, dalla spensieratezza con cui dispensa i suoi pensieri positivi sulla vita.

Ballerini che danzano con gioia, donne appassionate, tramonti ricchi di poesia. Tutto questo è il mondo di Daniela Bussolino, un’artista con i piedi per terra. Una donna che, un passo alla volta e in punta di piedi, è arrivata a esporre al Campidoglio, selezionata dal critico d’arte Pasquale Di Matteo, il 19 ottobre 2019, durante lo scambio interculturale tra Italia e Sri Lanka. Nella famosa Sala Protomoteca. E, nel 2019, soltanto in dieci hanno potuto esporre in questo luogo prestigioso, tutti selezionati da Di Matteo. Daniela Bussolino è una di loro.

E proprio Di Matteo è stato presente alla sua personale per raccontarla, per sviscerarne i messaggi, i tormenti, le passioni. I mille volti della Bussolino, che sono tutti legati a una grande anima. Un’anima genuina, a tratti ingenua, ma capace di edulcorare gli episodi della vita, anche quelli più gravosi. I suoi ballerini, infatti, infondono gioia, fanno sentire bene. Le sue dame hanno sguardi trasognati, di chi ha magari subito angherie, ma non si arrende e, al contrario, è pronto per una nuova partenza.

Nonostante le restrizioni dovute al periodo, le settimane successive alla sua personale hanno visto la Bussolino presente anche in altri contesti. Ad Al Fahidi, per esempio. Nel cuore del centro storico e culturale di Dubai, dove ha esposto due opere in una collettiva apprezzata da principi, sceicchi e personalità degli Emirati. Risultando una delle protagoniste della seconda tappa espositiva di EMIRATES ART CONNECTION 2020. Amore e Passione, nonché I Colori della Danza, sono state apprezzate anche a migliaia di chilometri dall’Italia, perché l’energia dei suoi colori e i mondi onirici ch’ella rappresenta sulle tele regalano gioia, spensieratezza, elementi di cui ciascuno di noi ha sempre più bisogno.

E, nelle stesse settimane, Daniela Bussolino ha esposto a Bra la sua opera Rinascita Interiore, in provincia di Cuneo, ed è stata premiata dall’associazione artistico/culturale Biancoscuro per la sua opera Danzatrici Acrobatiche.

Daniela Bussolino ne ha fatta di strada da quando ha cominciato a muovere i primi timidi passi. E con i suoi colori, le sue visioni, ha portato gioia e calore in molti luoghi, anche lontani.

Dalla Spagna, alla Francia, dal nord Europa, agli Stati Uniti, fino a Dubai. Ha esposto alla presenza di personaggi del calibro di Vittorio Sgarbi.

Lo scorso anno, è stata selezionata da Pasquale Di Matteo per far parte degli artisti che rappresenteranno l’Italia in Giappone. L’evento si sarebbe dovuto tenere dal 20 agosto al 2 settembre 2020, ma posticipato a data da destinarsi per la situazione emergenziale.

A causa dello stesso motivo, anche la sua partecipazione all’evento La Forza delle Donne è ancora in attesa di calendarizzazione. Inizialmente previsto per il 6 marzo 2020, presso la sede del Parlamento europeo in via IV novembre a Roma, ora ci si augura di poterlo svolgere in occasione della prossima Giornata Internazionale della Donna. Anche in questo caso, l’artista è stata selezionata dal critico Di Matteo.

Un percorso, quello di Daniela Bussolino, fatto di passi importanti, di elementi giusti e collocati nella posizione idonea. Una crescita incontrovertibile che dimostra una maturità artistica a tutto tondo, non soltanto nel proporre opere che possono o non possono piacere, ma nell’intelligenza di cogliere l’attimo per essere presente laddove serve.

E se Daniela Bussolino si volta indietro, può soltanto essere fiera del percorso compiuto finora. Una crescita esponenziale che, continuando con la giusta grinta e la medesima oculatezza, è destinata a crescere ancora, fino a lasciare una forte impronta del suo passaggio.